Scarica GRATIS Menù di Natale

Seguici sui Social

Il Cibo dell’Uomo

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Il Cibo dell'uomo
Il Cibo dell'Uomo
Il libro scritto dal
Dottor Franco Berrino

Acquista il libro

Il Cibo della Gratitudine

Il Cibo della gratitdine
Guida alla cucina MacroMediterranea
Il libro scritto con il contributo del
Dottor Franco Berrino

Acquista il libro

Random Post
Search
Search

Sarde beccafico

Print Friendly, PDF & Email

Oggi voglia di profumi di Sicilia.
Le sarde a beccafico sono una preparazione tipica della cucina siciliana. Si tratta di una ricetta di umili origini, nata come imitazione di una pietanza destinata esclusivamente all’aristocrazia: i beccafichi ripieni. Questi uccelli, che venivano cucinati farciti con le loro stesse interiora, erano il bottino di caccia dei nobili siciliani. Quella che sembrava essere una prelibatezza riservata a pochi, fu presto riprodotta con ingredienti poveri e più facilmente accessibili: le sarde sostituirono i volatili, mentre la mollica di pane e i pinoli presero il posto delle interiora degli uccelli. Nacque così la ricetta delle sarde a beccafico, qui le sarde sono arrotolate su un ripieno a base di pangrattato e cotte in forno.

Ingredienti

  • 1 Kg di sarde
  • 60 gr pangrattato
  • 30 gr uvetta
  • 3 filetti di alici sott’olio
  • 30 gr pinoli
  • 1 cucchiaio di prezzemolo tritato
  • succo di 1 limone
  • alloro
  • sale marino integrale
  • pepe
  • olio e.v.o. q.b.

 

Procedimento

Puliamo le sarde: desquamiamole, togliamo la pinna dorsale, la testa e le interiora. Stacchiamo la lisca molto delicatamente e apriamo le sarde a libro. Teniamo da parte.
In una padella antiaderente facciamo tostare il pangrattato cuocendolo per un paio di minuti e facendo attenzione a non bruciarlo.
Trasferiamo il pangrattato in una ciotola, uniamo l’olio, l’aglio e il prezzemolo tritati, i pinoli, le acciughe, il sale, il pepe e l’uvetta precedentemente lasciata in ammollo in acqua tiepida. Amalgamiamo per ottenere un composto facilmente compattabile.
Disponiamo poco ripieno su una sarda e arrotoliamo su se stessa. Disponiamo di volta in volta gli involtini formati in una pirofila da forno, alternandoli con delle foglie di alloro tagliate a metà. Una volta riempita tutta la pirofila, irroriamo con poco succo di limone e un altro filo d’olio. Cuociamo in forno a 180 °C per 15 minuti.
Serviamo le sarde a beccafico completamente fredde.


Ricetta scritta da Enza Bellina


Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Cucina Macro-Mediterranea.

In questo blog:
- Tutti gli ingredienti sono da coltivazione biologica, non industrialmente raffinati.
- Gli oli sono ottenuti mediante spremitura a freddo.
- Il sale è marino integrale.
- Le bevande vegetali e le confetture di frutta sono senza zuccheri aggiunti.
- Il pane è a lievitazione naturale.
- Le farine o le semole sono da grani antichi.
- Se si usa vino, è senza solfiti aggiunti.