Seguici sui Social

Il Cibo dell’Uomo

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Il Cibo dell'uomo
Il Cibo dell'Uomo
Il libro scritto dal
Dottor Franco Berrino

Acquista il libro

Il Cibo della Gratitudine

Il Cibo della gratitdine
Guida alla cucina MacroMediterranea
Il libro scritto con il contributo del
Dottor Franco Berrino

Acquista il libro

Iscriviti al gruppo e Scarica GRATIS Menù di Natale

Random Post
Search
Search

Risotto al pesto di rucola e cicerchie croccanti

Print Friendly, PDF & Email
AIUTATECI A SOSTENERCI!
Se acquistate qualche ingrediente sul sito Macrolibrarsi, vi saremmo grati se inseriste il codice partner 6246 (fase 4 del vostro carrello), ricambiando la condivisione gratuita di ricette e informazioni. Potrete aiutarci a sostenere le spese del blog.
Grazie!


Durante le mie passeggiate in campagna mi sono imbattuta in una bella piantina di rucola selvatica.
Il giorno precedente avevo cotto le cicerchie (ecco perché nella ricetta trovate il peso da cotte), quindi ho pensato di unirle ad un buon pesto di rucola appena raccolta e associare a questi due ingredienti un cereale integrale.
Ingredienti per due persone
  • 100 gr di riso integrale
  • 40 gr di rucola
  • 10 noci
  • 20 gr di pinoli
  • 8 gr di olio extravergine d’oliva
  • Un pizzico di sale marino integrale
  • Un po’ di aglio (in base ai gusti)
  • 50 gr di cicerchie (peso da cotte)
  • Trito di carote, sedano e cipolla (per insaporire le cicerchie durante la cottura)
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Sale marino integrale q.b.
  • Spezie a piacere q.b. (io ho usato paprika e rosmarino)
Procedimento
In una padella scaldiamo un po’ di olio evo e facciamo rosolare un trito di cipolla, sedano e carota.
Aggiungiamo l’acqua e uniamo le cicerchie (precedentemente ammollate con alga kombu per 12 ore) che dovranno cuocere per circa 50-60 minuti, avendo cura di aggiungere il sale solo negli ultimi dieci minuti di cottura.
Mentre cuociono le cicerchie, prepariamo il riso: dopo averlo sciacquato, trasferiamo il riso in una pentola e aggiungiamo il doppio di acqua rispetto al suo volume.
Con tale quantità di acqua il riso cuocerà per assorbimento, ovvero a fine cottura non ci sarà più acqua nella pentola ed eviteremo di scolarlo, in quanto quest’ultima azione porta via con sé tutti i nutrienti contenuti nel riso, che si sono disciolti in acqua.
Portiamo a bollore, aggiungiamo un pizzico di sale marino integrale, quindi abbassiamo la fiamma al minimo (sarebbe utile utilizzare uno spargi fiamma) e lasciamo cuocere per 45-50 minuti.
Per preparare il pesto di rucola, laviamo bene le foglie, asciughiamole e mettiamole in un tritatutto insieme all’olio evo (8 gr), le noci, i pinoli, un pizzico di sale e l’aglio.
Frulliamo bene il tutto e teniamo da parte per condire il riso. Se dovesse risultare troppo denso, aggiungiamo un po’ di acqua.
Quando le cicerchie saranno cotte, asciughiamole per bene, cospargiamole di spezie (se gradite) e trasferiamole in una teglia da forno, quindi facciamole tostare per 40 minuti a 160°C.
Al termine della cottura del riso versiamo una parte del pesto di rucola in padella e mescoliamo per un paio di minuti.
Impiattiamo il riso completando con altro pesto di rucola e le cicerchie croccanti.


Ricetta scritta da Lara Pagliara


Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Cucina-Consapevole.it.


In questo blog:
- Tutti gli ingredienti sono da coltivazione biologica, non industrialmente raffinati.
- Gli oli sono ottenuti mediante spremitura a freddo
- Il sale è marino integrale
- Le bevande vegetali e le confetture di frutta sono senza zucchero
- Il pane è a lievitazione naturale
- Le farine o le semole sono da grani antichi

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com