Scarica GRATIS Menù di Natale

Seguici sui Social

Il Cibo dell’Uomo

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Il Cibo dell'uomo
Il Cibo dell'Uomo
Il libro scritto dal
Dottor Franco Berrino

Acquista il libro

Il Cibo della Gratitudine

Il Cibo della gratitdine
Guida alla cucina MacroMediterranea
Il libro scritto con il contributo del
Dottor Franco Berrino

Acquista il libro

Random Post
Search
Search

Taralli napoletani: olio evo e pepe

Print Friendly, PDF & Email

Ingredienti

  • 120 gr. di pasta madre (io ho usato il li.co.li.)
  • 280 gr. di farina tipo 2 di grani antichi
  • 120 gr. di olio e.v.o.
  • 100 gr. di mandorle con la buccia tritate grossolanamente
  • 5 gr. di pepe nero macinato grosso
  • 6-7 gr. di sale marino integrale
  • acqua q.b.

Procedimento

Prepariamo l’impasto incorporando la farina all’olio, aggiungiamo la pasta madre, quindi le mandorle, sale e pepe. La quantità d’acqua dipende dal tipo di pasta madre utilizzata: nel mio caso, ne è servita poca. Se doveste usare della pasta madre solida, occorrerà maggiore quantità d’acqua. Alla fine l’impasto dovrà rimanere assieme pur apparendo molto grezzo (non va lavorato eccessivamente). Lasciamo riposare coperto ed attendiamo che raddoppi di volume.

Una volta trascorso il tempo necessario alla lievitazione, stendiamo l’impasto in uno spessore di ca. 2 cm e formiamo un quadrato. Dividiamo in strisce e lavoriamole a formare dei cordoni da attorcigliare su se stessi e chiudere nella classica forma del tarallo. Bisogna fare attenzione perché l’impasto sarà molto friabile.

Adagiamo i taralli su una leccarda e cuociamo in forno ventilato a 180° per circa 30 minuti o comunque fino a che non prendono colore.


Ricetta scritta da Francesca Lucarelli


Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Cucina-Consapevole.it.

In questo blog:
- Tutti gli ingredienti sono da coltivazione biologica, non industrialmente raffinati.
- Gli oli sono ottenuti mediante spremitura a freddo.
- Il sale è marino integrale.
- Le bevande vegetali e le confetture di frutta sono senza zuccheri aggiunti.
- Il pane è a lievitazione naturale.
- Le farine o le semole sono da grani antichi.
- Se si usa vino, è senza solfiti aggiunti.
WP2FB Auto Publish Powered By : XYZScripts.com