Scarica GRATIS Menù di Natale

Seguici sui Social

Il Cibo dell’Uomo

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Il Cibo dell'uomo
Il Cibo dell'Uomo
Il libro scritto dal
Dottor Franco Berrino

Acquista il libro

Il Cibo della Gratitudine

Il Cibo della gratitdine
Guida alla cucina MacroMediterranea
Il libro scritto con il contributo del
Dottor Franco Berrino

Acquista il libro

Random Post
Search
  • Home
  • Dolci
  • Bicchierini fantasia con cannellini, amasake, cacao e kanten
Search

Bicchierini fantasia con cannellini, amasake, cacao e kanten

Print Friendly, PDF & Email

L’idea di questi bicchierini è di unire vari strati, in modo tale da far incontrare l’amaro del cacao, con il dolce dell’amasake e l’agrodolce  delle fragole. Disporremo vari strati come mostrato nell’immagine. Per una completezza sensoriale, ottimo unire anche una nota croccante, che potrà essere conferita da un biscotto oppure da un croccante (si veda ricetta qui), che possiamo inserire, un po’ sbriciolato, alla sommità del bicchierino (per conservarne la croccantezza).

Eventualmente, possiamo guarnire con grano saraceno leggermente tostato al forno.

Le dosi indicate si riferiscono a circa 5 bicchierini (chiaramente, dipende dalla dimensione dei bicchieri).

Ingredienti primo strato – crema di Amasake

Ingredienti secondo strato – crema di Cannellini al cacao

Ingredienti terzo strato – kanten

  • 5 fragole
  • 250 ml di succo di mele
  • 1/2 cucchiaino di agar agar in polvere
  • pizzico di sale marino integrale
  • 1 limone

Procedimento

Disponiamo i bicchierini sul banco di lavoro. Possiamo inserire dei biscottini senza zucchero, inzuppati con un po’ di caffè di cereali (meglio Yannoh) per ammorbidirli un po’.

Prepariamo la crema di amasake unendo l’amasake con il latte di cocco (partite da un latte di cocco non freddo, altrimenti sarà difficile stemperarlo), a cui uniamo il cioccolato fondente tagliato finemente (al coltello: non lo frullate, altrimenti si riscalda e si squaglia).

Disponiamo questa crema nei bicchierini. Procediamo quindi con il secondo strato.

Tritiamo prima i datteri, a cui aggiungiamo i cannellini e tritiamo ancora e uniamo la crema di nocciole.

In una ciotolina, uniamo l’agar agar e il cacao e stemperiamo con un po’ di bevanda di avena, cercando di non formare grumi (se si dovessero formare, a fine cottura possiamo semplicemente mixare la crema ottenuta). Uniamo il mirin e il composto ottenuto al passo precedente. Quindi, mescoliamo, aggiungendo la restante bevanda di avena.

Mettiamo in un pentolino e cuociamo, facendo bollire per 5 minuti. Sempre mescolando.

Quindi, versiamo nei bicchierini. Per il terzo strato, bisogna aspettare che si raffreddi.

Nel frattempo, puliamo le fragole, le tagliamo e le disponiamo in una ciotolina con un po’ di succo di limone. Queste rilasceranno un po’ di succo che, chiaramente, non butteremo, ma uniremo poi al succo di mela da versare nei bicchierini.

Quando lo strato di crema di cannellini si sarà indurito, disponiamo le fragole nei bicchieri e facciamo bollire per 5 minuti il succo di mela con agar agar e pizzico di sale. Quindi, lo uniamo al succo rilasciato dalle fragole e lo versiamo nei bicchierini.

Possiamo guarnire con frutti di bosco e grano saraceno tostato o croccante.

Facciamo raffreddare e serviamo.

 

 

 

 


Ricetta scritta da Silvia Petruzzelli


Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Cucina-Consapevole.it.

In questo blog:
- Tutti gli ingredienti sono da coltivazione biologica, non industrialmente raffinati.
- Gli oli sono ottenuti mediante spremitura a freddo.
- Il sale è marino integrale.
- Le bevande vegetali e le confetture di frutta sono senza zuccheri aggiunti.
- Il pane è a lievitazione naturale.
- Le farine o le semole sono da grani antichi.
- Se si usa vino, è senza solfiti aggiunti.
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com