Seguici sui Social

Il Cibo dell’Uomo

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Il Cibo dell'uomo
Il Cibo dell'Uomo
Il libro scritto dal
Dottor Franco Berrino

Acquista il libro

Il Cibo della Gratitudine

Il Cibo della gratitdine
Guida alla cucina MacroMediterranea
Il libro scritto con il contributo del
Dottor Franco Berrino

Acquista il libro

Iscriviti al gruppo e Scarica GRATIS Menù di Natale

Random Post
Search
Search

Orzo alla garmugia

Print Friendly, PDF & Email
AIUTATECI A SOSTENERCI!
Se acquistate qualche ingrediente sul sito Macrolibrarsi, vi saremmo grati se inseriste il codice partner 6246 (fase 4 del vostro carrello), ricambiando la condivisione gratuita di ricette e informazioni. Potrete aiutarci a sostenere le spese del blog.
Grazie!


Ingredienti

  • 1 tazza di orzo decorticato (nel caso di orzo perlato, l’ammollo non è necessario)
  • 3 carciofi
  • 400 gr di piselli freschi
  • 500 gr di fave fresche
  • 1 mazzetto di asparagi
  • ½ mazzetto di cipollotti
  • 1 aglio fresco
  • Prezzemolo
  • Olio evo
  • sale marino integrale

Procedimento

Laviamo l’orzo, lo scoliamo e e lo mettiamo in ammollo per otto ore, con il doppio di volume di acqua.

Trascorso il tempo, lo versiamo in una casseruola (dal fondo spesso)  e lo cuociamo (con coperchio) utilizzando la la sua stessa acqua di ammollo e aggiungendo un po’ di sale. Facciamo raggiungere  il bollore, con fiamma bassissima (possibilmente usando uno spargifiamma in ghisa).

Cuocere, quindi, senza mescolare, per 45 minuti. A fine cottura, togliamo dalla casseruola.

Tagliamo i cipollotti, l’aglietto e i carciofi a fettine; peliamo i gambi degli asparagi e li tagliamo a fette, lasciando intere le punte.

Sgraniamo i piselli e le fave.

Scaldiamo una casseruola dal fondo spesso, uniamo l’olio e subito l’aglietto e i cipollotti. Saltiamo per un paio di minuti, aggiungere le fave, le fettine degli asparagi e i piselli; aggiungiamo pochissima acqua, mescolando; cuociamo con coperchio per 7 minuti circa.

Quindi, aggiungiamo  le punte degli asparagi e i carciofi, saliamo e cuociamo per altri 7 minuti circa, verificando la cottura dei vegetali., Successivamente, uniamo l’orzo cotto, mescoliamo. Aggiustando eventualmente di sale (in tal caso potremmo usare un po’ di shoyu, oppure aggiungiamo il sale e cuociamo ancora un po’). Serviamo con prezzemolo tritato.

Nota: la zuppa garmugia è una tipica ricetta lucchese che utilizza le primizie primaverili. Qui viene presentata una versione asciutta con orzo, il cereale dalle proprietà depurative e rinfrescanti.


Ricetta scritta da Cristina Fusi


Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Cucina-Consapevole.it.


In questo blog:
- Tutti gli ingredienti sono da coltivazione biologica, non industrialmente raffinati.
- Gli oli sono ottenuti mediante spremitura a freddo
- Il sale è marino integrale
- Le bevande vegetali e le confetture di frutta sono senza zucchero
- Il pane è a lievitazione naturale
- Le farine o le semole sono da grani antichi

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com